Heat Exchangers
 
 
 
 
SCAMBIATORI A PACCO ALETTATO
 
 
 

L’ampia scelta di materiali, geometrie e accessori unita alla completa adattabilità dello scambiatore, consente a FACO lo sviluppo e la costruzione di prodotti ad hoc per ogni applicazione e per l’impiego di una vasta gamma di fluidi: acqua, glycol, vapore, ammoniaca, altri fluidi refrigeranti, idrocarburi, gas tecnici, ecc.

 
   
  ˆ Top  
 
 
 
TUBE PATTERNS AND MATERIALS
 
 
 

PACCO ALETTATO

È composto da tubi espansi meccanicamente dentro a collarini autodistanzianti ricavati sulle alette, le quali presentano ondulazioni studiate nel laboratorio di ricerche termodinamiche FACO con l’obiettivo di ottimizzare l’efficienza dello scambiatore per il miglior rapporto costi/prestazioni.

 
 
  ˆ Top  
 
 
   
  ˆ Top  
 
 
 
COMPONENTS AND ACCESSORIES
 
 
 
  COLLETTORI

Configurabili liberamente in quanto a tipologia, disposizione e orientamento degli attacchi, possono essere provvisti di giunti standard quali flangie e filetti o altri tipi di connessione speciale che si rendessero necessari. Sono previsti tappi di sfiato e drenaggio come dotazione standard. Materiali: acciaio, acciaio inossidabile, rame, cupro nichel, alluminio.
 
 
  TELAIO

Adattabile agli ingombri forniti dal cliente, può ospitare accessori quali bacinelle di raccolta condensa, separatori di gocce, tamponamenti, bordi e forature speciali per facilitare l’integrazione dello scambiatore nell’impianto.
Materiali: acciaio zincato, acciaio inossidabile, alluminio, rame.
 
 
  BACINELLE PER CONDENSATO

Installate o integrate nella parte inferiore degli scambiatori, ed eventualmente anche in posizioni intermedie sull’altezza, sono disponibili per installazione a canale o all’interno di macchine di trattamento. La disposizione degli attacchi per l’evacuazione della condensa è configurabile dal cliente. Disponibili anche in esecuzione a tenuta d’aria per installazione a canale. Materiali: acciaio zincato, acciaio inossidabile, alluminio, rame.
 
 
  SEPARATORI DI GOCCE

Indispensabili per evitare il trascinamento della condensa al di fuori dello scambiatore quando il trattamento provoca deumidificazione e la velocita dell’aria è elevata, possono essere forniti in diversi materiali in base alle condizioni di utilizzo.
Materiali: PPTV, alluminio, acciaio inossidabile.
 
 
  ESECUZIONI A TENUTA D’ARIA

Dove sia necessario isolare dall’ambiente esterno il flusso di gas che attraversa le alette, possono essere adottate soluzioni con diversi gradi di tenuta che vanno dalla semplice sigillatura dei passaggi che mettono in comunicazione i due ambienti fino alla costruzione saldata a tenuta totale.
 
 
  SISTEMI DI SBRINAMENTO

Nei trattamenti di refrigerazione o comunque dove sia prevista la formazione di brina nel pacco alettato, lo scambiatore può integrare sistemi di sbrinamento quali resistenze elettriche oppure pioggia o spruzzo di acqua calda; negli impianti ad evaporazione è applicabile anche il sistema a gas caldo.
 
 
  RIVESTIMENTI SPECIALI E TRATTAMENTI SUPERFICIALI

Particolari condizioni di funzionamento e ambientali possono esigere ulteriore protezione sia delle superfici di scambio che delle strutture. Una giusta combinazione di materiale base e rivestimento può garantire affidabilità e longevità allo scambiatore anche in ambienti aggressivi. Fra i Trattamenti superficialidisponibili:: stagnatura, - verniciatura poliuretanica, - zincatura a caldobagno, - cataforesi, - hHeresite®, - rRilsan®, Thermoguard®, Blygold®.. Verniciature secondo ISO 12944 fino al grado C5M.
 
  ˆ Top  
 
 
 
PROGETTAZIONE E CERTIFICAZIONI
 
 
  FACO opera con un sistema di gestione certificato ISO 9001:2015. La progettazione termodinamica è svolta con l’ausilio di un software sviluppato internamente, basato su dati rilevati nel laboratorio interno di prove termodinamiche costruito in accordo agli standard ASHRAE. FACO detiene la certificazione AHRI delle prestazioni degli scambiatori ad acqua. Di tutte le batterie viene verificata la conformità a quanto previsto dalle direttive CE vigenti. Dimensionamento degli apparecchi a pressione secondo ASME VIII div.1 (altri codici su richiesta)o EN 13445-2; altri codici di calcolo o la verifica a elementi finiti (FEA) sono disponibili su richiesta. FACO dispone di operatori e di procedimenti di saldatura e brasatura qualificati secondo ASME IX e EN 9606, EN 15614, EN 13585, EN 13134. Gli scambiatori possono essere progettati e costruiti in esecuzione anti-sismica o anti-shock.
Per maggiore dettaglio, consultare le sezioni Engineering e Certification.
 
  ˆ Top  
 
 
 
RECUPERO DI CALORE
 
 
  Oltre ai sistemi multi-coil con batterie convenzionali, FACO offre un’ampia gamma di apparati specifici per il recupero di calore: recuperatori a tubo di calore, recuperatori rotanti, scambiatori aria-aria a piastre.  
   
  ˆ Top  
 
 
 
SCAMBIATORI ISPEZIONABILI
 
 
  Costruiti con casse d’acqua rimovibili o con collettori tubolari connessi ai tubi scambio con nippli dotati di tappo, essi consentono l’ispezione del loro interno e l’eventuale pulizia. Questi scambiatori sono particolarmente adatti per l’impiego di fluidi contenenti contaminanti come fanghi, alghe, microorganismi, calcari.  
   
  ˆ Top  
 
 
 
SCAMBIATORI DI SICUREZZA A DOPPIO TUBO
 
 
  Quando deve essere impedita la contaminazione dell’aria o del gas da parte di liquido fuoriuscito da eventuali perdite dei tubi - come nel raffreddamento di macchine elettriche - la costruzione a doppio tubo è la soluzione che garantisce la maggiore sicurezza. Ogni tubo del fascio di scambio è costituito da due tubi coassiali, fra i quali sono ottenuti dei canali che convogliano le eventuali perdite verso camere di guardia poste nelle testate della batteria, dove possono essere rilevate senza che fuoriescano provocando danni ad altre apparecchiature.  
   
  ˆ Top  
 
 
 
CIRCUITAZIONE THERMOGUARD®
 
 
  La soluzione per le installazioni a rischio gelo.
Basato sul principio che le curve scoppiano non per la formazione di ghiaccio all’interno di esse, ma per la pressione dell’acqua spinta dal tampone di ghiaccio che va formandosi dal centro del pacco alettato, il sistema ThermoGuard® prevede che tale pressione venga evacuata da ciascuna curva attraverso un circuito secondario munito di valvola di sicurezza.
 
   
  ˆ Top